vestiti

I tessuti cattura CO2 che potrebbero rivoluzionare l’industria del fashion

3 minuti
01Un magico cotone nel segno della neutralità climatica 02Un ristorante mangia CO2

Che cosa hanno in comune un abito e un albero? A sorpresa, entrambi catturano anidride carbonica, ma solo se il vestito fa parte della serie di capi realizzata per il progetto Carbon Looper, sostenuto da H&M Foundation nell’ambito del programma Planet First. Scopriamo insieme come tutto ciò sia possibile.

01Un magico cotone nel segno della neutralità climatica

H&M ha sperimentato una rivoluzionaria metodologia di trattamento del cotone che rende la superficie dei tessuti capace di catturare l’anidride carbonica contenuta nell’aria circostante. Il risultato è incredibile: pare che una semplice t-shirt catturi una quantità di CO2 pari a un terzo di quella assorbita da un albero. E dopo tre cicli di assorbimento, i tessuti raggiungono la neutralità climatica, inaugurando il loro effetto positivo nei confronti dell’ambiente.

Spiegato ciò, è necessario utilizzare un po’ di termini scientifici: questo processo si chiama “adsorbimento” e prende avvio grazie ad una soluzione contenente ammine. A idearla è stato The Hong Kong Research Institute of Textiles and Apparel, meglio noto come HKRITA.
Ora passiamo  a descrivere la seconda fase del processo: tutta l’anidride carbonica assorbita dallo speciale tessuto può essere rilasciata per scaldare una superficie fino a una temperatura compresa tra i 30° e i 40°. Perché è tanto utile? Se questo rilascio di calore avviene in una serra, esso può essere assorbito dalle piante e utilizzato per la fotosintesi, che come sappiamo ha bisogno di CO2 per rilasciare poi ossigeno.

02Un ristorante mangia CO2

Per il momento la fase di monitoraggio e sperimentazione dei tessuti cattura CO2 sta avvenendo anche al di fuori dei laboratori di HKRITA. Precisamente a indossarli con orgoglio green è il personale del ristorante svedese Fotografiska Stockholm, dotato di grembiuli mangia anidride carbonica. Questi capi sono stati prodotti da H&M in Indonesia e poi hanno preso il volo per la Svezia: qui, nel locale di Stoccolma, hanno trovato il loro ambiente ottimale, visto che la struttura comprende un famoso giardino idroponico che è stato scelto come zona di rilascio della CO2 dei tessuti che hanno raggiunto il livello massimo di cattura.
Intanto, nei laboratori HKRITA continuano le indagini su diversi fronti: da una parte si studiano nuovi metodi di rilascio; dall’altra, si trova anche il modo di trasformare la CO2 in uno stato solido. Infine, è iniziata anche la nuova frontiera di applicazione del metodo cattura CO2 a tendaggi, tovaglie e anche arredamento.

Sarebbe importante circondarsi in casa di mobili e passamaneria capaci di garantire sistemi di cattura di anidride carbonica per combattere anche dentro le mura domestiche le emissioni nocive che produciamo nella nostra quotidianità e alle quali non diamo troppa importanza.

Promo
CVA SMART

L’offerta che propone il prezzo dell’energia sempre al passo con il mercato per le pertinenze della tua casa.

vai all'offerta

Investimenti sostenibili: cosa sono gli ESG

La transizione alle energie rinnovabili è una scelta amministrativa e politica, ecco quali Comuni italiani sono più virtuosi e stanno abbandonando l'energia fossile.

Comunicare la sostenibilità per creare valore: how to

Ambiente, etica e sostenibilità rafforzano la reputazione aziendale e migliorano il pianeta. Ecco alcune indicazioni per comunicarla in modo efficace.