Quali sono i mercatini di Natale più green per vivere la magia natalizia

7 minuti
01Aosta: Natale tra storia e tradizione 02Trento: mercatini green 03Vallagarina: suoni e luci protagonisti del Natale 04Mercatini sostenibili fuori dall’Italia: da Zurigo a Berlino

L’atmosfera è già nell’aria e le festività natalizie entrano nel vivo: il momento perfetto per programmare gite fuori porta e partire alla scoperta di nuove mete suggestive. Un’occasione non solo per visitare belle località italiane, ma anche scoprire un modo di viaggiare sostenibile e attento all’ambiente.

I mercatini di Natale, ad esempio, rappresentano il ritorno della tradizione natalizia per eccellenza e possono valorizzare il territorio in cui hanno luogo rispettandone le peculiarità.

Dalla mobilità a basso impatto all’energia pulita, dalla valorizzazione dei prodotti a km 0 all’utilizzo di stoviglie riciclabili: la sostenibilità è una scelta perseguibile in ogni evento, anche tra le bancarelle di un magico mercatino natalizio. Ecco i mercatini di Natale da non perdere e quali sono i più attenti all’ambiente.

01Aosta: Natale tra storia e tradizione

Nella suggestiva area archeologica di Aosta, dove spicca il teatro Romano, dal 20 novembre 2021 al 6 gennaio 2022 si svolge il tradizionale mercatino di Natale Marché vert Noël: organizzato dal Comune, dall’Amministrazione regionale assieme alla Chambre valdôtaine e una serie di partnership private tra cui spicca il Gruppo CVA.

Un appuntamento immancabile che, quest’anno, si amplia ulteriormente: la grande novità della 14esima edizione, infatti, è la location “diffusa”. Dopo anni al cospetto del Teatro romano il “villaggio alpino” si diffonde nelle piazze Caveri, Giovanni XXIII e Roncas .

Più spazio, dunque, per i tipici chalet in legno dove i produttori locali propongono specialità gastronomiche come formaggi, salumi, vini e delizie locali, mentre gli artigiani espongono le loro produzioni tra oggetti e mobili in legno, abbigliamento in lana cotta e feltro, candele, sapone artigianale, prodotti realizzati in ferro, e ancora idee originali per le decorazioni e i regali natalizi.

Durante i weekend si potrà assaporare un’anticipazione della Fiera di Sant’Orso (che si tiene ogni anno il 30 e 31 gennaio) e assistere alle lavorazioni di artigiani valdostani. Molte dimostrazioni saranno dedicate ai più piccoli, dalla scoperta degli attrezzi agricoli alla lavorazione del cuoio e del ferro fino agli addobbi da realizzare in legno. Una suggestiva pista di pattinaggio su ghiaccio è allestita in piazza Chanoux –  il cuore di Aosta – mentre nella zona di piazza Roncas svetta una giostra per divertirsi e immergersi nella magia del Natale.

Marché vert Noël si conferma essere un evento curato nei dettagli e attento alla sostenibilità: particolare attenzione è dedicata al contenimento dei costi energetici sia per quanto riguarda la tecnologia utilizzata, prediligendo la meno energivora illuminazione led, sia in relazione all’orario di accensione delle luminarie che sarà limitato alle ore serali e notturne fino alla mezzanotte. “La proposta del mercatino di Natale” – commenta il sindaco di Aosta Gianni Nuti “riveste un’importanza ancora più significativa che nel passato perché alla manifestazione cittadina più importante dopo la Fiera di Sant’Orso chiediamo quest’anno di aiutarci a mettere in rilievo una parte importante della storia di Aosta rappresentata da luoghi simbolici che vogliamo restituire alla piena fruizione della collettività, contribuendo a concretizzare la proposta della candidatura di Aosta a Capitale italiana della Cultura 2025 unitamente ad altre iniziative che organizzeremo nel periodo delle festività per valorizzare alcuni monumenti cittadini”.

02Trento: mercatini green

Anche quelli di Trento sono mercatini dalla lunga tradizione che, nel tempo, hanno consolidato attenzione e cura alla sostenibilità. Come? Attraverso iniziative concrete a favore del territorio, che vanno dalla mobilità a basso impatto ambientale allo smaltimento dei rifiuti. Ad esempio, durante l’evento, è assicurata la raccolta differenziata e l’utilizzo di stoviglie lavabili o compostabili. La brochure e le mappe del mercatino sono realizzate in carta eco-certificata (a marchio FSC) a basso impatto ambientale.

 

Anche la mobilità ha un impatto notevole sul territorio: raggiungere Trento in treno in modo rapido e sostenibile è possibile grazie ai numerosi collegamenti ferroviari diretti da Monaco di Baviera, Bolzano, Verona, Venezia, Roma e Napoli. A questi si aggiungono treni storici speciali riservati ai visitatori del mercatino, composti da locomotore elettrico d’epoca e carrozze degli anni ’50 e ’60. Una bellissima esperienza per raggiungere la città in cui, le maggiori attrazioni della città, si raggiungono facilmente a piedi.

03Vallagarina: suoni e luci protagonisti del Natale

Quella di Vallagarina, definita come la porta del Trentino, è una proposta che va oltre i tradizionali mercatini e punta a far conoscere il territorio ai visitatori: con questo obiettivo i borghi della valle si sono riuniti per dare vita all’iniziativa Natali della Vallagarina. Dal 26 novembre all’8 gennaio, in 17 comuni – piccoli borghi, città fino ai centri alpini – si racconta un Trentino segreto, di arte e cultura, tradizioni e antichi sapori.

Al calar della sera, fasci di luce blu illuminano i campanili della valle insieme a sinfonie e campane che richiamano il significato autentico del Natale. Ogni tappa di questo tour offre una storia diversa, accomunate dal colore blu, simbolo della pace.

Rovereto il Natale è soprattutto occasione di dialogo e d’incontro, come ricorda il Grande Albero di Piazza Rosmini, un abete di oltre 18 metri che si slancia verso il cielo a simboleggiare l’unione fra i popoli. Ad Ala il Natale è nei palazzi barocchi e ad Avio negli affascinanti spazi del castello.

A Mori, invece, le festività natalizie prendono forma in una foresta incantata. Tra le strade di Castellano è possibile percorrere un viaggio attraverso il Natale dei ricordi, un caleidoscopio di sapori, storie e saperi nelle corti e nel castello dove i prodotti della terra e dell’artigianato sono i protagonisti. I presepi, invece, animano il tour tra i borghi di Besenello, Calliano, Nogaredo, Pomarolo, Ronzo-Chienis, Terragnolo, Trambileno, Vallarsa, Villa Lagarina e Volano.

04Mercatini sostenibili fuori dall’Italia: da Zurigo a Berlino

Le vacanze natalizie possono essere anche il pretesto per concedersi un viaggio oltre i confini italiani: anche in questo caso, le proposte di mercatini natalizi green e sostenibili, sono svariate e adatte a esigenze diverse.

A Berlino, nei pressi di Fehrbelliner Platz, viene organizzato un mercatino di Natale totalmente vegan dove vengono proposti hamburger vegani biologici e decorazioni natalizie plastic: tutto avviene nel massimo rispetto dell’ambiente.

In Svizzera invece, l’atmosfera magica a Zurigo sarà garantita al Wienachtsdorf, uno dei più grandi mercatini della città allestito proprio di fronte al Teatro dell’opera. Circa 100 bancarelle si uniscono per formare il villaggio di Natale dove, oltre ai prodotti biologici di provenienza locale, si presta grande attenzione al riciclo: si possono trovare anche regali realizzati con prodotti di riutilizzo creativo, dalle biciclette agli orologi.

Se siete affascinati dall’Ungheria, anche Budapest è perfetta per esplorare mercatini di Natale attenti all’ambiente: da quasi 10 anni l’Advent Feast, mercato cittadino molto frequentato, combina buon cibo, innovazione, tradizione e sostenibilità offrendo in vendita prodotti biologici e regali artigianali originali.

Promo
CVA SCONTO40

L'offerta, pensata per le case in Valle d'Aosta, che taglia gli aumenti di prezzo: 40% di sconto sulla materia prima per chi sceglie CVA Energie!

vai all'offerta

Riconoscere i prodotti eco-friendy: come leggere le etichette

I prodotti eco-friendly sono realmente sostenibili o è solo marketing? Ecco come interpretare l'etichetta per decifrare l'impatto ambientale di ciò che compriamo.
natale

I consigli per un Natale a basso impatto ambientale

Dallo shopping natalizio alla scelta dei prodotti da mettere in tavola: ecco come puoi fare la differenza.