Come funzionano le fasce orarie di consumo dell’energia elettrica e cosa sono?

3 minuti
01Come funzionano le fasce orarie di energia elettrica? 02Le fasce orarie F1 F2 F3 nel dettaglio

Le fasce orarie di consumo permettono di promuovere e favorire comportamenti virtuosi nel consumo di energia elettrica. Con questo scopo, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha stabilito tre fasce orarie di consumo. Per ognuna è associato un livello di prezzo diverso che rispecchia l’effettivo costo della produzione elettrica in quella fascia oraria. Per gli utenti del mercato elettrico, le fasce orarie di riferimento sono F1, F2 e F3. A ciascuna, è associato un periodo specifico della giornata o un intero giorno. Scopriamo come funzionano.

01Come funzionano le fasce orarie di energia elettrica?

Solitamente, durante il giorno, le industrie e le attività economiche sono più attive e di conseguenza la richiesta di energia è maggiore rispetto alla sera. Al contrario, durante le ore serali e notturne, i consumi sono più bassi perché gli uffici, i negozi e molte industrie sono chiusi. Di conseguenza, produrre la stessa quantità di energia durante le ore di picco è più oneroso perché devono essere messi in funzione impianti più costosi che fanno salire il prezzo di vendita dell’energia sul mercato elettrico.

Conoscere le particolarità di questo sistema, permette agli utenti di concentrare l’utilizzo degli elettrodomestici che consumano più energia elettrica soprattutto in alcune ore del giorno. In questo modo, si riducono i picchi della domanda e vengono diminuiti di molto i costi del sistema elettrico italiano. Capire la differenza tra le offerte orarie permette di regolare l’uso degli elettrodomestici, in modo da ridurre l’importo della bolletta.

02Le fasce orarie F1 F2 F3 nel dettaglio

Le tariffe orarie sono divise in tre fasce differenti, con relativi prezzi. Il meccanismo alla base del funzionamento delle fasce orarie per l’energia elettrica è molto semplice: dalle 19,00 alle 8,00 durante i giorni feriali si ha la fascia 2 (F2, in cui l’energia elettrica costa di meno); durante il weekend e i festivi, invece, si ha la fascia 3 (F3, anche in questo caso i prezzi sono notevolmente bassi). I prezzi salgono in maniera molto accentuata dal lunedì al venerdì, dalle 8,00 alle 19,00, quando si ha la fascia 1 (F1). La differenza di prezzi si riflette sulle differenze in termini di produzione dell’energia elettrica in KWh:

 

  • Fascia oraria F1 (ore di punta): attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 19.00, escluse le festività nazionali.
  • Fascia oraria F2 (ore intermedie): attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:00 alle ore 8:00 e dalle ore 19:00 alle ore 23:00 ed il sabato dalle ore 7:00 alle ore 23:00, festività nazionali escluse.
  • Fascia oraria F3 (sera e weekend): attiva dal lunedì al sabato dalle ore 00.00 alle ore 7.00 e dalle ore 23.00 alle ore 24.00; domenica e festivi tutte le ore della giornata.

Per comprendere quali fasce orarie sono più adeguate alle tue esigenze, puoi consultare direttamente la bolletta. Le fasce orarie sono presenti nella seconda pagina della bolletta di CVA Energie, nella sezione “Dettaglio dei consumi degli ultimi 12 mesi”. Nella prima pagina, invece, all’interno del box “Dati fornitura”, hai a tua disposizione il riepilogo del tuo consumo annuo suddiviso per fasce. Conoscere quanta energia usi nelle diverse fasce orarie ti permette di valutare l’offerta più adatta: per qualsiasi dubbio, scopri di più sulla nostra guida alla bolletta.

Promo
CVA SCONTO40

L'offerta, pensata per le case in Valle d'Aosta, che taglia gli aumenti di prezzo: 40% di sconto sulla materia prima per chi sceglie CVA Energie!

vai all'offerta

Come fare una prima attivazione e cosa ti occorre per richiederla

Con CVA Energie, richiedere l’attivazione del contatore è facile e puoi farlo online: vediamo insieme i passaggi da seguire e i documenti di cui avrai bisogno.

Come cambiare la potenza del contatore

La potenza è la quantità di energia elettrica massima che può essere erogata dal tuo contatore. Sapevi che puoi richiederne l'aumento o la riduzione? Scopri come.