burano

Isole sostenibili e senza auto: ecco le più belle da visitare in Italia

3 minuti
01Isola di Alicudi, Sicilia 02Isola di Burano, Venezia 03Monte Isola, Lago d’Iseo

Niente parcheggi o strade trafficate, nessun semaforo o divieto di sosta: in alcune isole italiane è realtà. Dalla Sicilia alle Alpi, puoi dimenticare per qualche giorno il rumore del traffico e muoverti senza auto, immergendoti nella natura o passeggiando tra antichi borghi di pescatori. Sostenibili e all’insegna del turismo lento, le isole senza auto rappresentano un modo alternativo di vivere un’esperienza vacanziera fuori dal contesto urbano, sperimentando nuove forme di mobilità sostenibile. Ecco quali sono.

01Isola di Alicudi, Sicilia

Alicudi è l’isola più occidentale dell’arcipelago delle Eolie: è abitata solo vicino al mare dove sorgono i borghi e attraccano i traghetti provenienti da Palermo e da Napoli. Sull’isola non ci sono né automobili né strade: i collegamenti avvengono esclusivamente attraverso sentieri costeggiati da muri di pietra, fiori selvatici, viti e cactus.  Le spiagge sono a ciottoli e scogli, quasi tutte raggiungibili solo via mare: l’unica spiaggia raggiungibile a piedi è la spiaggetta di Alicudi Porto. Il centro abitato dell’isola, chiamato anch’esso Alicudi, è formato da cinque piccole contrade. Tra queste, la Contrada Pianicello, che utilizza l’energia elettrica fornita dagli impianti fotovoltaici e l’acqua piovana raccolta sfruttando gli antichi serbatoi delle case, e la Contrada Sgurbio, composta da cinque case, ognuna delle quali ha il nome di uno dei sensi. Sono le mulattiere a collegare i borghi, diversamente percorribili solo a piedi: i muli, un ibrido tra una cavalla e un asino, robusti e intelligenti, trasportano le provviste di cibo, i bagagli dei turisti, il materiale edile.

02Isola di Burano, Venezia

In questa piccola isola della laguna veneta le macchine non possono arrivare e, percorrerla a piedi, è un’esperienza suggestiva oltre che ecologica: i colori accesi delle case si riflettono nell’acqua dei canali e rappresentano una vera e propria “color-therapy” per il buon umore. Per arrivare sull’isola di Burano, è necessario prendere la Linea 12 – da Venezia Fondamente Nove per Mazzorbo, Burano: un piacevole itinerario in battello che introduce l’atmosfera unica di un arcipelago di isolette che dista circa 45 minuti dal centro storico di Venezia, lontano dal turismo tradizionale di San Marco.

03Monte Isola, Lago d’Iseo

Una piccola isola al centro del lago d’Iseo, capace di grandi sorprese: a Monte Isola le auto non esistono e l’unico modo per visitare l’isola è in bicicletta o in bus. Dai borghi antichi si ascolta il rumore dell’acqua e la lentezza della vita quotidiana è scandita dal passaggio silenzioso delle barche. Si può percorrere a piedi la litoranea immersi nel verde, ammirando le spettacolari viste sulla costa bresciana e bergamasca. Oppure salire verso il più alto dell’isola, a 600 metri di altezza, in località Cure, dove si trova il Santuario della Ceriola (la seconda domenica di luglio si festeggia la Madonna della Ceriola), da qui il panorama lascia a bocca aperta. Infine, si possono visitare i piccoli centri antichi a piedi o in bicicletta; in totale sono 12: il capoluogo Siviano, Carzano, Masse, Cure, Menzino, Novale, Olzano, Peschiera Maraglio, Porto di Siviano, Sensole, Senzano, Sinchignano.

Promo
CVA SMART

L’offerta che propone il prezzo dell’energia sempre al passo con il mercato per le pertinenze della tua casa.

vai all'offerta
car sharing

Car sharing anche nei piccoli centri per agevolare la mobilità green: a che punto siamo

Estendere i servizi legati allo sharing anche ai piccoli centri urbani è fondamentale per agevolare un nuovo modello di mobilità sostenibile: ecco perché.

Cosa sono le strategie di mobilità elettrica e a cosa servono

La diffusione delle auto elettriche e della micromobilità è un vantaggio per le città, ma anche una sfida: per ridurre l'impatto dei trasporti serve una strategia.