treno

Voli a raggio corto, Greenpeace chiede di sostituirli con il treno: ecco perché

3 minuti
01Vietare i voli a raggio corto: la proposta 02I vantaggi del treno

La decarbonizzazione dei trasporti è la grande sfida che il settore della mobilità deve affrontare per poter diventare più sostenibile e contrastare il cambiamento climatico: a riguardo, l’ong Greenpeace propone di sostituire il treno all’aereo per tutte quelle tratte raggiungibili in meno di sei ore. Già il report Transport and environment 2020, realizzato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, aveva evidenziato quanto il treno fosse il mezzo di trasporto più sostenibile. Il dato viene confermato dal recente studio commissionato da Greenpeace UE e redatto dal gruppo di ricerca italiano Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa: ecco cosa dice.

01Vietare i voli a raggio corto: la proposta

Sostituire i viaggi aerei con le alternative in treno già esistenti della durata di meno di sei ore: la proposta di Greenpeace segue le evidenze emerse dallo studio per cui, vietando i voli a raggio corto (entro i 1.500 km), si potrebbero risparmiare 3,5 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. Seguendo questa logica, infatti, oltre un terzo dei collegamenti aerei più battuti in Europa sarebbero rimpiazzabili da tratte ferroviarie. Uno degli elementi che frenano il cambiamento nelle abitudini dei viaggiatori è proprio l’esistenza di voli low-cost, dai prezzi molto più competitivi in certi casi rispetto ai treni. I risultati, dunque, sarebbero ancora migliorabili se si potenziasse la rete ferroviaria con più treni e maggiore accessibilità economica. L’Italia, ad esempio, è luogo di partenza o meta di arrivo di 40 dei 150 voli considerati dallo studio di Greenpeace: il 15% di queste tratte aeree potrebbe già essere coperto da un viaggio in treno della durata di meno di sei ore, mentre il 35% da treno notturno.

02I vantaggi del treno

La scelta di viaggiare su rotaia, anche per brevi spostamenti in ambito locale, fa decisamente bene all’ambiente e alla qualità della vita. Con soli 44 grammi di CO2 prodotta per chilometro, il treno è il mezzo di trasporto più sostenibile battendo di gran lunga gli “avversari” che ne producono quantità ben superiori, fino al 91% in più: basti pensare che l’auto produce 118 grammi di CO2 per chilometro, mentre l’aereo ben 140. Oltre a rappresentare un buon modo per limitare sensibilmente le emissioni di CO2, un utilizzo maggiore del treno ha impatti forti sulla sicurezza stradale in termini di riduzione dei rischi di incidenti. In più, viaggiare su rotaia contribuisce a ridurre il traffico urbano e concede prezioso tempo per sé: un privilegio da non sottovalutare nella frenesia degli spostamenti quotidiani.

Promo
CVA SEMPREGREEN

L’offerta per pagare l’energia al prezzo all’ingrosso e rendere più sostenibile la tua casa consumando solo energia verde certificata.

vai all'offerta
risparmio-auto-elettrica

Risparmiare con l’auto elettrica: l’indagine dell’Organizzazione europea dei consumatori

L'auto elettrica conviene? Uno studio mostra quanto si risparmia, a parità di chilometri percorsi, con un'auto green rispetto a una vettura diesel o benzina.
auto-elettriche

Auto ibrida o elettrica: che differenza c’è?

Veicoli elettrici e auto ibride sono fondamentali per un futuro green e sostenibile: ecco cosa sapere per scegliere la soluzione più adatta a te.