crediti_carbonio

Cosa sono i crediti di carbonio e perché servono alle aziende green

6 minuti
01Cos’è un credito di carbonio e come funziona 02Come avviene la certificazione dei crediti di carbonio 03Quali sono i vantaggi per un’azienda che acquista crediti di carbonio

Aumenta l’attenzione della politica globale in materia di neutralità climatica, che si dimostra pronta a valutare l’impegno ambientale di tutte le aziende. Tra le opportunità più significative per dimostrare un reale interesse alla causa climatica, c’è la partecipazione al mercato dei crediti di carbonio. Di cosa si tratta? Un credito di carbonio rappresenta il carbonio che è stato evitato, ridotto o sequestrato attraverso un progetto sostenibile e che può essere acquistato come mezzo per compensare le emissioni emesse da alcune aziende. Questo titolo di credito può essere negoziato sia sui mercati dei crediti di carbonio volontari o in quelli regolamentati, ma anche attraverso trattative private con gli acquirenti.

I crediti di carbonio, o carbon credits, rappresentano una strategia sostenibile orientata alla promozione di progetti nazionali e internazionali di tutela ambientale e climatica, con l’obiettivo di riduzione o assorbimento dei gas a effetto serra. Si tratta quindi di strumenti che testimoniano l’impegno di un’azienda che non riesce a ridurre le proprie emissioni di CO2 in azioni di sostenibilità e di tutela ambientale.

I crediti di carbonio rispondono, quindi, a due diverse esigenze delle imprese: da una parte, consentono di ridurre l’impatto ambientale dei propri prodotti o servizi, rendendo le aziende più competitive grazie all’impegno che mostrano nella decarbonizzazione; dall’altra, aiutano le imprese ad adattare il proprio modello di business agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda UE fissati per il 2030.

Ma attraverso il semplice processo di acquisto di crediti di carbonio, si raggiunge anche un importante obiettivo generale: le imprese indirizzano la finanza verso progetti sostenibili, diretti alla decarbonizzazione e alla mitigazione del cambiamento climatico, e a sostenere economie ed ecosistemi in forte difficoltà.

 

01Cos’è un credito di carbonio e come funziona

Nello specifico, un credito di carbonio è un certificato negoziabile, cioè un titolo equivalente a una tonnellata di CO2 non emessa o assorbita grazie ad un progetto di tutela ambientale realizzato con lo scopo di ridurre o riassorbire le emissioni globali di CO2 e altri gas ad effetto serra. Tecnicamente, un credito di carbonio è un’unità di carattere finanziario che rappresenta la rimozione di una tonnellata di CO2 dall’atmosfera.

Quindi, acquistare crediti di carbonio permette alle aziende che emettono gas serra di contribuire economicamente alla realizzazione e allo sviluppo di uno o più progetti di tutela ambientale. Nella maggior parre dei casi si tratta di progetti realizzati nei paesi in via di sviluppo e sono realizzati da organizzazioni, associazioni o enti terzi.

Per capire come funziona l’acquisto dei crediti di carbonio, dobbiamo partire da un dato di fatto: ci sono aziende che per la realizzazione di particolari beni o servizi non riescono a ridurre o a eliminare le proprie emissioni di CO2 o di altri gas serra. Ecco che queste imprese possono acquistare crediti di carbonio da un ente esterno o da aziende virtuose che vendono le proprie eccedenze. In altre parole, per compensare volontariamente le emissioni serra aziendali che non è stato possibile ridurre, alcune imprese riescono a sostenere la tutela ambientale e climatica mediante l’acquisizione di crediti di carbonio generati progetti virtuosi.

Il valore economico dell’investimento volontario da realizzare per compensare l’emissione prodotta viene calcolato in relazione al prezzo di mercato dei crediti di carbonio. Valore quest’ultimo variabile nel tempo e condizionato da molteplici aspetti.

Questo meccanismo di acquisto coinvolge prima di tutto le parti dirette, che sono il soggetto acquirente, il venditore e l’ente terzo che finalizza il progetto di tutela ambientale.  Ma riguarda indirettamente anche gli stakeholders, la Pubblica Amministrazione e gli enti privati, che sono influenzati positivamente dall’immagine delle aziende che acquistano i crediti di carbonio e si impegnano nella tutela dell’ambiente.

Ovviamente l’acquisto di un credito di carbonio viene tracciato su registri gestiti da terzi per evitare che lo stesso credito venga venduto più volte.

02Come avviene la certificazione dei crediti di carbonio

Oggi, quasi tutti i progetti che vendono crediti di carbonio sono certificati attraverso uno standard che prevede il rispetto di alcuni requisiti. Ecco quali sono le caratteristiche che i crediti di carbonio devono presentare per essere certificabili: prima di tutto, si deve trattare di crediti di carbonio reali, cioè le riduzioni delle emissioni devono essere effettivamente avvenute; è richiesto che siano unici, perché ogni credito di carbonio deve corrispondere a una singola tonnellata di CO2; devono essere addizionali, cioè il ricavato della vendita dei crediti di carbonio deve costituire un fattore essenziale per la realizzazione del progetto; i crediti di carbonio devono essere misurabili e verificabili, nel senso che le riduzioni delle emissioni possono essere calcolate con rigore scientifico, monitorate e verificate; devono essere anche permanenti, cioè  le emissioni che sono state ridotte o evitate devono durare nel tempo e non possono poi essere reimmesse in atmosfera.

Scopriamo ora i nomi dei principali enti certificatori del mercato volontario dei crediti di carbonio a livello mondiale sono quattro: Verified Carbon Standards – Verra (VCS), Gold Standard (GS), American Carbon Registry (ACR) Climate Action Reserve (CAR). I crediti emessi da VCS sono i Verified Carbon Units; quelli emessi da GS sono i Verified Emission Reductions; quelli del ACR sono conosciuti come Emission Reduction Tons; e infine, quelli di CAR sono i Climate Reserve Tonnes. Da notare che dietro a nomi così diversi, il valore di ciascuno in termini di CO2 rimossa dall’atmosfera è lo stesso, cioè una tonnellata.

03Quali sono i vantaggi per un’azienda che acquista crediti di carbonio

Non si tratta solo di partecipare attivamente alla realizzazione degli obiettivi dello sviluppo sostenibile, per un’azienda l’acquisto di crediti di carbonio significa mostrare in modo oggettivo e concreto il proprio impegno per la tutela ambientale e di una comunità.

La lista dei benefici si allunga se si considerano le altre opportunità: migliorare la competitività aziendale e il posizionamento nel mercato; comunicare valore della propria mission di sostenibilità, differenziarsi dai competitor; conquistare il favore di potenziali finanziatori, partner commerciali e clienti. Un’occasione imperdibile.

Promo
CVA SCONTO40

L'offerta, pensata per le case in Valle d'Aosta, che taglia gli aumenti di prezzo: 40% di sconto sulla materia prima per chi sceglie CVA Energie!

vai all'offerta
europa

Life 2022: i bandi europei che finanziano progetti per agevolare la transizione energetica e l’economia circolare

Nel nuovo bando finanziamenti fino al 95% per iniziative che mirano ad abbattere le barriere di mercato per l'implementazione di tecnologie pulite.

Gli indicatori di sostenibilità per contrastare il greenwashing

Come si misura la sostenibilità di un’azienda? Ecco i 5 principali indicatori per valutare l’impatto ambientale, sociale ed economico di un’impresa.